La casa degli alfieri è una “casa del teatro”nel cuore del Monferrato Astigiano.
Sta alta sopra le valli su una dorsale morbida di colline vicina al paese di Castagnole Monferrato.Qui gli alfieri abitano e lavorano dal 1994 , quando ha preso l’avvio questa pratica di co–housing teatrale ante litteram.

Il progetto costruttivo ha recuperato il grande rudere di una antica cascina, in parte tardo settecento,mantenendo tecniche costruttive e caratteristiche architettoniche, come ad esempio la particolare facciata ornata da lesene e la grande cantina con soffitto a volte impreziosita da un magnifico “infernotto” scavato nell’arenaria. Su questa base sono stati inseriti interventi e materiali più contemporanei e ad alto risparmio ( energetico e non).
Dentro la casa ci sono gli appartamenti, gli uffici, una sala per riunioni e mostre,
una grande sala prove per teatro-danza-musica, una foresteria per chi viene da fuori, artisti ospiti e amici.

Fuori c'è un grande giardino, aperto al paesaggio delle colline e dei paesi lontani, creato un po’ alla volta dalle mani degli abitanti, conteso metro per metro al “gerbido” che aveva invaso un frutteto abbandonato da trent’anni . Questo giardino nel suo ininterrotto farsi è potente fonte di ispirazione e riecheggia sempre diverso nelle opere di Antonio, nelle installazioni di Maurizio oltre ad essere il punto di partenza di tutto il lavoro di Lorenza sul teatro della natura.

Per abitanti ed ospiti un luogo da cui guardare il pianeta.